Les Cerveaux Maléfiques

Musicisti, attori in acustica version

Il Progetto Les Cerveaux Mal è stato creato nel 2014. Io sono Valentino Valentini, attore, musicista e  compositore.

Ispirato dalle letture sui surrealisti francesi, in particolare Alfred Jarry (Ubu Roy), Boris Vian, Serge Gainsbourg (la copertina è una citazione del primo disco di Gainsbourg), la patafisica, Raymond Queneau. I live sono dei veri e propri spettacoli di intrattenimento con ambientazioni anni ’50, interventi teatrali e brani originali (presenti nel disco) insieme a cover (Gaber, Jannacci, Gainsbourg, Buscaglione, Mina, Conte, Ciampi, Vian, Edith Piaf, Capossela, Caputo) rilette con strumenti acustici chitarra e contrabbasso.

Nel 2015  esce “Les Cerveaux Maléfiques à la radio!…” 

Il disco è una vera e propria intervista radiofonica surreale fatta al frontmen della band che si chiude con un totale disinteresse di quest’ultimo nei confronti del pubblico, come si conviene a uno snob d’altri tempi e come lui sovente si ritiene “j’suis snob”.

Cosa c’è nel disco di debutto dei cervelli?

Si passa, senza vergogna, dalle sonorità di Bollywood ai film con Montagnani, dal reggae alla bossa, dalla beguine al classico d’autore, dalla chanson al francese per gli italiani, dalla dance all’elettronica, E POI ANCORA, il Tip tap, la disco, il pop, la passione adolescenziale, le note scure, la letteratura di Calvino e di Rimbaud, parole, la voce sulle voci, tante voci, Frida, lo shuffle e lo swing, le washboard, il polpettone e la pipì del pangolino, “Le cul de ma gran mére”, le  coriste più (Cul) del panorama italiano.

Shuffolate il tutto ed otterrete il nuovo album dei cervelli “Les Cerveaux Malefiques a la radio!…” .

Il disco è autoprodotto ed è stato registrato tra luglio e ottobre 2014 al Moody Mammoth Studio da Stefano Zazzera (NYC e Orvieto) con la collaborazione di Emanuele Lillo Ranieri e Claudio Di Bartolomeo. Master realizzato allo Stereodisk mastering studio di Leandro Gonzalez a Brooklyn (NYC) a gennaio 2015

Editati due video (guarda qui) a cura di C.O.2 Case Officine “Le Francaise des Italien” girato a Parigi e “Io suono la trombetta” girato a Lisbona. (La Siae peró la paghiamo in Italia sigh!)

PHOTO

VIDEO

INFO