Contemporary retrò a casa

Non è esagerato dire che a basso costo si può dare alla nostra casa un aspetto degno di un design d’interni vintage che ultimamente sta crescendo in popolarità. Il concetto principale del design d’interni in stile contemporary retrò ruota principalmente intorno al riutilizzo di vecchi oggetti, mobili e materiali.

Essendo un stile fatto di ricordi e nostalgia, tale design d’interni d’epoca è ancora preferito nelle case di oggi. Inoltre lo stile romantico dà quel calore che stempera il freddo stile moderno.

Quindi raccogliere cose vecchie, come un bel piatto per vinili o una vecchia radio Am/Fm ancora perfettamente funzionante, che hanno qualche valore semantico e sentimentale per noi stessi ci fa vedere la nostra personale bellezza di un soggiorno o di un qualunque altro vano. Si perché di solito questa bellezza è vista solo da noi proprietari e diventa preziosa.     I moderni accessori per la casa d’epoca sono per lo più belli e funzionali creati per essere utili e di lunga durata ma che, a volte, risultano essere spersonalizzati.

La personalizzazione è un altro elemento importante e bello che è strettamente legato al design degli interni vintage. Questo elemento può rappresentare il nostro stile di vita.

Quando ho ristrutturato la casa dei miei genitori, ormai oltre 10 anni fa (2006), avevo in mente, di modernizzare, svecchiare le vecchie case a basso costo e con creatività. Ma tutto quello che vedevo in giro, gli interni che mi era capitato di visitare, erano ambienti impersonali, freddi, poco colore, poco calore, poco amore e nostalgia.

Cosi ho cominciato a pensare come fare dello stile moderno un qualcosa di più accogliente degli algidi ambienti che vedevo in quel periodo nelle riviste e nelle abitazioni e nei luoghi in cui avevo lavorato come direttore di cantiere.

Poi ho avuto un’ idea, o meglio un suggerimento (io davvero non ho inventato niente).

Il suggerimento è arrivato guardando gli interni di una scena di un film su Frida Kahlo intitolato appunto “Frida”. In particolare nella scena del tango (link a video). Si intravede un ambiente con pavimento in legno pareti verde menta chiaro con le porte e gli imbotti bianchi, spesso a vetri.  

Allora ho realizzato che volevo un ambiente dove poter ballare il tango e vai con il legno in tutta casa. Ho utilizzato un tavolato flottante in acero sbiancato, ho verniciato le vecchie porte mogano di taglio classico in bianco, i vecchi termosifoni in ghisa dipinti di nero.

 

Poi ho utilizzato lampade moderne e funzionali, porte scorrevoli a vista in cristallo acetato, un divano dalle linee decise di colore grigio e antracite e la famosa poltrona dei coniugi Eames, la luonge chair comprensiva di ottomano, oggetto decisamente retrò.

Sempre nel soggiorno ho costruito un caminetto dalle linee geometriche e semplici con pietre in Basaltina della zona vulcanica intorno al lago di Bolsena lavorate a scalpello e provenienti dalle soglie delle finestre di un’abitazione signorile del 1600

L’idea era quella di valorizzare le pietre a scapito degli inutili arzigogoli, che spesso hanno i caminetti, lasciando intatto però il gusto di stare davanti ad un fuoco in inverno.  Questa miscela tra vecchio e nuovo, ha avuto l’effetto di ottenere un look contemporary retrò.

Ringiovanire vecchie porte o vecchi mobili, come ho fatto in cucina, utilizzando tavole usate in cantiere e vecchi mobili ungheresi con la cornice scrostata, vi aiuterà a risparmiare denaro utilizzando anche elementi raccolti nella vostra vita, completando magari con un moderno piano in accio inox e un pavimento in legno aranciato.

Poi la fortuna di aver ristrutturato un vecchio cinema degli anni ‘40 mi ha dato l’opportunità di riciclare una vecchia fila di sedie da 3 posti in legno con la classica seduta.

                                     

 

 

 

Inoltre, con la vostra creatività e l’utilizzo di vecchie lampade e vecchie diapositive si può realizzare una lampada che da agli ambienti un tocco eclettico.

                                         

 

 

 

 

Quindi dai armiamoci di coraggio e ricicl(aggio), creativo.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.